Guinness cake

Un altro anno è passato e la mia dolce metà festeggia un altro compleanno!! Così quest’anno, in una sera in cui era fuori per l’allenamento settimanale di karate, io e i pargoletti, in riunione segretissima svoltasi sotto il piumone del lettone, abbiamo scelto la torta per festeggiarlo! Nel brainstorming in cuccetta son venute fuori delle idee bizzarre, divertenti, pazze! Siamo partiti da una torta a forma di astronave lego, ad una a forma di telefono che si doveva anche accendere, ad una più sobria rainbow per poi approdare a questa! Perchè lui adora la guinness…e i bimbi si sono convinti nel saperer che era assai cioccolatosa! Io ve la propongo perchè è una torta davvero particolare, che stupisce nell’aspetto, che ricorda davvero un boccale di guinness, e nel sapore! British al punto giusto!

guinnes

Ingredienti:

  • 400 ml di guinnes
  • 150 gr di zucchero bruno
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 230 gr di burro
  • 225 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 100 gr di caco amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di bicarbonato
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci

Per la copertura:

  • 200 gr di philadelfia
  • 100 gr di mascarpone
  • 100 gr di panna montata
  • 250 gr di zucchero a velo

Nella planetaria o con uno sbattitore lavorate benissimo lo zucchero con il burro morbido ma non sciolto. Incorporate un uovo alla volta aspettando che il primo si sia ben amalgamato prima di inserire il successivo. Ora in una ciotola setacciate la farina con il bicarbonato e il lievito.  In un’altra ciotola setacciate il cacao (mi raccomando setacciatelo) e unite la birra. Ora dovrete unire nella planetaria i due composti alternandoli: un pò di farina, un pò di birra al cacao…fino ad inserirli tutti e ottenere un bel composto omogeneo. Foderate uno stampo con cerniera con la carta forno mettendo un cerchio sulla base e ritagliando delle strisce di carta per il bordo. In questo caso è preferibile imburrare lo stampo sotto la carta forno per renderla più stabile. Una volta fatto questo, riempite lo stampo con il composto e infornate a forno caldo 180° per circa un ora e più! Passato questo tempo fate la prova stecchino che deve risultare pulito ma un pò umidino. Sfornate e lasciate raffreddare bene senza toglierla dallo stampo. Preparate la copertura mescolando insieme i formaggi con lo zucchero e unendo alla fine la panna montata. Se usate quella vegetale già zuccherata diminuite la quantità di zucchero a velo. Una volta ben fredda togliete dallo stampo, rimuovete delicatamente la carta forno e spalmate con il cucchiaio la copertura formaggiosa. Tenete in frigorifero almeno una notte prima di servire. Per veri intenditori….Auguri amore!

Tiramisù mandorle e cioccolato bianco

In un food blog non può certo mancare la ricetta del tiramisù! Vogliamo scherzare?? Dolce storico che ha fatto appassionare molti palati con la sua cremosità dolce in contrasto con il sapore del caffè amaro e del cacao in superficie. Come non cadere in tentazione??  Quella che vi darò oggi è una piccola variante, perchè il tiramisù è il tiramisù, non si può fare con frutta, senza caffè….è un altro dolce e va chiamato in altro modo secondo me…scusate ma sono una tradizionalista! In questa versione con le mandorle e il cioccolato bianco mantiene la sua identità, nel gusto, nei contrasti e nella bontà! Volendo, ovviamnete si possono togliere le aggiunte di mandorle e cioccolato bianco, completare con una spolverata di cacao amaro e il classico tiramisù è servito!

 

tiram

Ingredienti:

  • 400 gr di savoiardi
  • 4 caffettiere da 4 di caffè
  • 250 gr di mascarpone fresco
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 200 ml di panna da montare
  • 100 gr di mandorle ridotte in farina
  • lamelle di mandorle
  • scaglie di cioccolato bianco

Il procedimento è molto semplice. Prepariamo sul tavolo tutti gli ingredienti. In una terrina montiamo lo zucchero con le uova intere, fino a che diventino spumose e chiare, aggiungiamo il mascarpone e continuiamo a frullare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungiamo la farina di mandorle continuando a frullare. Ora delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto incorporiamo la panna, che avremo montanto a parte. La crema è pronta. Cominciamo ad assamblare il dolce. In una terrina (la mia era 20x 30 cm.) cominciamo a fare uno strato di savoiardi inzuppati nel caffè. Qui scegliete il grado di inzuppatura secondo i vostri gusti!!! Una volta completato lo strato, versiamo a cucchiaiate la crema al mascarpone coprendo bene tutto, spolveriamo di scaglie di cioccolato bianco e ricominciamo con savoiardi, crema e così via. Dovrebbero venire tre strati. Sull’ultimo oltre alle scaglie di cioccolato aggiungiamo le lamelle di mandorla. Mettiamo in frigorifero per almeno tre ore e gustate! Io bagno molto i savoiardi così che si senta bene la nota amara del caffè, specialmente in questo caso in cui non c’è il contrasto con il cacao amaro!

torta ai tre latti

Già il titolo sa di coccola, non è vero?? Ho provato a prepararla pensando alla mia dolce metà che ama il latte condensato e le torte moooordide e scioglievoli e devo dire che ho proprio colto nel segno perchè ha davvero superato ogni mia più rosea aspettativa! E’ piaciuta anche a me che non amo i dolci troppo dolci! Ha origini messicane e secondo me, a dispetto del titolo, che fa pensare alla colazione, è invece adatta ad una merenda o ad un fine pasto…se il pasto è stato leggero!! Dico questo perchè va servita fredda e per me la colazione ha altre temperature!

latt

Tre Latti perchè la base della torta che è un pan di spagna, si bagna con una miscela di tre latti: panna fresca non zuccherata, latte condensato e latte intero fresco. La copertura l’ho realizzata con panna vegetale zuccherata, montata poco prima di servirla.

Ingredienti base:

  • 5 uova
  • 170 gr di zucchero semolato
  • 200 gr di farina 00
  • semini di una bacca di vaniglia
  • una bustina di lievito per dolci

Ingredienti bagna:

  • 300 ml di latte intero fresco
  • 300 gr di latte condensato
  • 300 ml di panna liquida fresca non zuccherata

Per la finitura 250 ml di panna da montare.

Prepariamo l’impasto per il pan di spagna mettendo tutti gli ingredienti, tranne gli albumi delle uova, in un robot o planetaria o in una ciotola e frulliamo. Montiamo gli albumi a neve ben ferma e delicatatmente li incorporiamo al composto che risulta molto compatto. Per incorporare i bianchi, usate movimenti dal basso verso l’alto per non smontarli. Una volta incorporati tutti per bene cuociamo la torta in forno caldo a 160° per 30-35 minuti circa, fate la prova stecchino dopo la mezz’ora. Usate una tortiera di ceramica o vetro, perchè sarà poi quella del servizio. Io ho usato una teglia rettangolare di 18×28 cm.                          Una volta cotta lasciatela raffreddare per bene. Ora prepariamo la bagna semplicemente mescolando i tre latti. La torta va tutta bucherellata per far assorbire il latte. Io l’ho anche tagliata già in quadrotti e ho tolto la crosticina del pan di spagna che si era formato in cottura. Versate i latti uniformemente su tutta la torta, copritela con una pellicola e mettetela in frigorifero per almeno 4 ore. Non spaventatevi, il liquido verrà tutto assorbito. Più aspettate e più la torta diventa buona. Io l’ho preparata di mattina e servita la sera, ma il giorno dopo a detta di tutti gli assaggiatori era più buona. Non vi resta che decorarla di panna montata prima di servirla! E’ una torta morbita, molto umida e scioglievole, che sa di latte ovviamente, ma anche di vaniglia. E’ fresca e non eccessivamente dolce come invece mi sarei aspettata per la presenza del latte condensato….i bambini l’hanno adorata, ma anche i grandi!!

Con questa ricetta partecipo al contest: ostriche

dai dinosauri ai vichinghi!

Perchè il tempo è inarrestabile e sembra ieri che tenevo il mio piccolo tra le braccia appena nato, con gli occhi enormi e le manine rugose. Perchè si cresce e giorno dopo giorno si fanno scoperte interessanti e si vivono avventure magiche nella fantasia e nella realtà. Perchè mio figlio ha, nella sua testolina meravigliosa, già una sua linea del tempo e dai dinosauri dello scorso anno ora siamo nell’epoca dei vichinghi…ma già si intravedono castelli e cavalieri in un angolo! Perchè è meraviglioso scoprire e riscoprire il mondo attraverso gli occhi dei tuoi figli. Perchè non mi stancherò mai di questo e di aiutarli in questa scoperta! Quest’anno sono sei, compiuti tra l’altro il suo primo giorno di scuola primaria e non si poteva non festeggiarli alla grande!!!tort

Per questa torta vichingosa ho seguito rigorosamente le indicazioni di mio figlio ovviamente, che anche se piccolo ha le idee molto chiare culinariamente parlando, ma d’altronde…..

Pandispagna al cacao, crema al latte e cose da vichinghi of course!!

dent

Pandispagna al cacao

  • 6 uova
  • 270gr farina00
  • 300gr zucchero
  • 40gr di cacao
  • 1 bustina di lievito

Qui molte di voi saranno inorriditi: il pandispagna con il lievito?? Ebbene sì io lo faccio con il lievito, riduco il quantitativo di uova ed è a prova di errore…insomma so che non è un vero pandispagna, ma è sempre perfetto! Impasto tutti gli ingredienti insieme e inforno a forno caldo 180° per 40 min. Faccio intiepidire nel forno leggermente aperto e lo sformo solo quando è ora di farcirlo. Lo preparo almeno un giorno prima perchè così è meno sbricioloso.

Crema al latte

  • 500 ml di latte intero fresco
  • 100 gr di zucchero semolato alla vaniglia
  • 2 cucchiaini di miele
  • 50 gr di maizena
  • 100ml di panna da montare

Bollite il latte, lo zucchero e il miele. Versatelo a filo sulla maizena mentre mescolate con una frusta per non far formare i grumi e rimettete sul fuoco. Quando comincia ad addensare è pronta. Lasciate raffeddare e una volta fredda aggiungete poco alla volta mescolando dal basso verso l’alto la panna montata. Pronta, profumata e gustosa! Negli ingredienti ho scritto zucchero alla vaniglia. Altro non è che un recupero. Vi spiego. Quando usate i semini di una costosa bacca di vaniglia poi cosa fate con la bacca vuota? Io le metto in un barattolo con lo zucchero semolato. Ecco che così otterrete un profumato zucchero alla vaniglia perfetto nei dolci o nelle tisane e the che preferite zuccherare!

Ho bagnato la torta con del latte semplicemente prima di farcirla e decorata con decorazioni in pasta di zucchero.

Al mio vichingo e a suo clan è piaciuta mooolto da come si leccavano i baffi! Provare per credere…specialmente se avete vichinghi nei paraggi!

torta nel microonde!!!!!

Quest’inverno è impazzata tra i blog la torta cotta nella tazza in microonde…quindi perchè non provare a farci una torta misura classica?? Ecco il mio esperimento riuscitissimo di una torta sofficissima e golosa cotta in 10 min. Una vera svolta per l’estate!! Niente forni accesi per un ora! Ovviamente l’ho fatta con il cacao per i cuccioli golosi, ma presto sperimenterò anche versioni più estive! micrCome vedete dalla foto l’ho cotta proprio nel piatto di pirex che era in dotazione con il forno. Ha un diametro del fondo di 21 cm e si allarga un pochino nella parte superiore, ma qualsiasi pirofila in ceramica o vetro adatti al microonde vanno bene. verdeIngredienti:

  • 120 gr di burro
  • 220 gr di zucchero
  • 250 ml di acqua
  • 230 gr di farina 00
  • 2 uova
  • 35 gr di cacao amaro
  • una bustina di lievito per dolci

Prendete una ciotola capiente che sia adatta al microonde e metteteci l’acqua, lo zucchero e il burro, mettete in microonde 6 min. a 450W. Lasciate un attimo intiepidire e poi nella stessa versate farina, cacao e lievito poco alla volta e setacciandoli. Questo eviterà che si formino dei grumi e il composto sarà liscio e perfetto. Una volta incorporata tutta la farina aggiungete le due uova leggermente sbattute prima e incorporatele al composto. Il gioco è fatto! Ora prendete la teglia di pirex, imburratela e infarinatela leggermente e versateci il composto. Forno a microonde per 10 min a 850 W.  Prima di sformarla aspettate che si raffreddi completamente e completate con una spolverata di zucchero a velo!!!cuor                             tazz

Con l’occasione vorrei presentarvi un amica! La tazzetta che vedete nelle foto è fatta a mano in una bottega piccolina e incantata, questa non è una collaborazione o altro, è un gesto gentile che le rivolgo, perchè per me è un posto magico e vorrei condividerlo con voi. Altre volte ho usato nelle foto sue creazioni e oggi la ringrazio così! Vi lascio il suo contatto fb così protete sbirciare anche voi e magari contattarla!

https://www.facebook.com/cuoredifata.dibertonmartina?fref=ts

cheesecake fragole e limone/no cottura – no uova

La settimana scorsa, a ridosso della festa della mamma, ho festeggiato anche il mio compleanno e il mio undicesimo anniversario di nozze…sì! Mi sono sposata il giorno del mio compleanno e come ogni anno capita, nella stessa settimana è anche la festa della mamma, quindi mi gioco tre feste in una, un bel risparmio per il maritozzo…sono previdente ed economa-economica ;-)!  Comunque, alla fine sono anche quella che si autoprepara la torta. Di solito preparo sempre una mille foglie con crema al limone e fragole fresce, quest’anno diciamo che ho virato un poco, anche se gli ingredienti limone e fragole ci sono!!!tort

Ingredienti per una tortiera da 28 cm:

  • 400 gr di biscotti tipo digestive
  • 180 gr di burro fuso
  • 400gr di philadelphia
  • 200ml di panna fresca da montare
  • 160 gr di zucchero a velo
  • scorza e succo di un limone
  • 5 fogli di gelatina alimentare (colla di pesce)
  • 400gr di fragole
  • 200 gr di zucchero semolato

Dividiamo il lavoro in tre fasi: nella prima prepariamo la base, nella seconda lo strato di crema al formaggio e nella terza la gelatina di fragole.

FASE 1

Frullate i biscotti in un frullatore, io li ho frullati molto, tipo farina. Sciogliete il burro ne microonde o in un pentolino e versatelo sulla farina di biscotti, mescolate e ora versate nella tortiera a cerniera che io per comidità, vi suggerisco di foderare di carta forno. Per foderare la teglia vi consiglio di creare un disco di carta forno grande precisamente come la base della tortiera e di creare una striscia per il bordo così da non creare grinze antiestetiche. Ora livellate il composto con il dorso di un cucchiaio e una volta ben compattato mettete in frigorifero per un paio d’ore.

FASE 2

Prepariamo la crema al formaggio. Visto che non cuoceremo questo cheesecake, io non ho messo le uova nella crema. Mettete in acqua fredda due fogli e mezzo di gelatina e lasciateli ammorbidire, intanto frullate con le fruste elettriche o in un mixer, il formaggio, lo zucchero a velo e la scorza di un bel limone bio. Montate la panna fresca e aggiungetela delicatamente al composto. Strizzate la gelatina e fatela sciogliere a fuoco dolce in un pentolino e ora versatela a filo piano piano nel composto di formaggio e panna.Mescolate bene. Versate ora la crema sulla base di biscotto ben fredda. Livellate con una spatola e rimettete in frigo a solidificare.

FASE 3

Mettete a mollo in acqua fredda la restante gelatina. In un mixer frullate le fragole lavate e tagliate a pezzi, lo zucchero semolato e il succo del limone a cui prima abbiamo rubato la scorza. Ora se avete il bimby fate scuocere nel boccale (8 min 80° vel4)e quando mancano pochi secondi alla fine versateci dentro la gelatica sgocciolata, mentre per chi usa il metodo tradizionale, mettete il frullato di fragole in un pentolino e fate cuocere per circa 8 min a fuoco dolce e sempre prima della fine aggiungete la gelatina strizzata badando bene a farla sciogliere completamente. Ora in entrambi i casi lasciate raffreddare il composto qualche minuto e poi , prima che si solidifichi, versatelo sulla crema di formaggio ormai compatto. Di nuovo ponete tutto in frigorifero qualche ora e prima di servire aggiungete qualche fragola fresca.

Ovviamente si può servire anche senza salsa, ma con una copertura di frutta fresca sopra, o più golosamente con del cioccolato fuso o una crema di cioccolato, la cheesecake è davvero possibile declinarla in mille varianti, quindi serve solo un pò di fantasia!!

ispirazioni e riciclo uova di pasqua 3!

Ci sono molti blog che seguo che mi sono di grande ispirazione, le immagini delle torte di cakegardenproject per esempio mi rimangono dentro, le penso, le rielaboro leggermente per farle mie (anche perchè a tanta perfezione non ci sono neanche vicina), e poi capita che un giorno le sforno.  Questa, per esempio è un tripudio di lamponi e cioccolato che come abbinamento è fantastico. Si può usare la cioccolata dell’uovo di pasqua per creare i frammenti cioccolatosi così recicliamo tutto e non se ne parla più!!!! La mia base è una sponge cake al cioccolato, la farcitura una crema diplomatica aromatizzata con la scorza grattugiata di limone bio, coperta di panna montata per creare una base bianca liscia e sottile, decorata con lamponi, fragole e frammenti di cioccolato. Quest’ultimi sono semplicissimi da creare: fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e una volta che è ben sciolto versatelo su un foglio di carta forno su cui avrete sparso granella di nocciole o di mandorle. Coprite con un altro foglio di carta forno e passateci su il mattarello per creare uno strato sottilissimo. Lasciate solidificare e poi, io in questo caso, ho ritagliato i quadratini che ho sistemato sul giro torta e le schegge da infilare tra la frutta.lampo Vi lascio la ricetta della sponge cake al cioccolato che trovo ottima come base per torte da farcire perchè più umida del pan di spagna classico e anche più morbida al palato per la presenza del burro nell’impasto….è buona anche senza farcitura!!!

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 220gr di burro a temperatura ambiente
  • 220gr di zucchero
  • 220gr di farina 00
  • 20gr di cacao amaro
  • 1/2 bustina di lievito
  • semini di vaniglia

Montare burro e zucchero in una planetaria o con le fruste elettriche per un paio di minuti, poi aggiungere le uova e montare per altri 7 minuti fino a che il composto non risulta spumoso e cremoso, unire farina, cacao, lievito e semini di vaniglia e continuare a mescolare delicatamente o a velocità minima. Infornare a forno caldo in una teglia (per questa dose circonferenza di 26)imburrata e infarinata per 30 min a 180°.

panna cotta con salsa di fragole

Della primavera adoro molte cose e le fragole sono una di queste, al naturale, con zucchero e limone, sulle torte, nelle macedonie, ma quando assaggerete questa salsina per accompagnare la panna cotta vedrete che l’adorerete anche voi come me! Anche questo è un dolce semplice e veloce che però vi assicurerà un successo garantito….ha anche un aspetto leggero, ma non lo è attenzione!!!!! Io l’ho preparata con il bimby seguendo le istruzioni sul libro base, quindi qui vi darò solo le indicazioni per il metodo tradizionale.panna

Ingredienti:

PANNA COTTA

  • 1 litro di panna fresca naturale
  • 150gr di zucchero
  • semini di una bacca di vaniglia
  • 20gr di fogli di colla di pesce

SALSA ALLE FRAGOLE

  • 400gr di fragole
  • 200gr di zucchero
  • succo di un limone

Cominciamo con la panna cotta. In una ciotolina mettete ad ammollare i fogli di gelatina con acqua fredda. In un pentolino a fuoco dolce mettiamo a scaldare la panna, lo zucchero e la vaniglia. La panna deve scaldarsi bene ma senza bollire mi raccomando! Quando è ben calda strizzate bene la gelatina e unitela, girate benissimo con una frusta affinchè non rimangano grumi di gelatina, volendo potete anche passare tutto velocemente nel frullatore. Sporzionate nelle singole coppette ( io ne ho riempite 10 come quelle nella foto) o in un contenitore unico in silicone o in metallo o ceramica avendo però l’accortezza di rivestire questi ultimi con della pellicola per facilitarvi poi nell’impiattare. Lasciate intiepidire a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 3 ore.

Per la salsa di fragole: Frullate le fragole con limone e zucchero e poi versatele in un pentolino e fatele cucinare per circa 8 minuti a fuoco dolce, mettete in una ciotola e fate raffreddare anche in frigorifero. Poco prima di servire mettete in ogni coppetta la salsa di fragole e guarnite con una bella fragola!

il tempo delle fragole….

Si da il via alle primizie, se si possono ancora chiamare così visto che in realtà (purtroppo) si trovano tutto l’anno nei supermercati. Io le adoro, le fragole! Il mio dolce preferito penso che sia proprio questo : millefoglie con crema profumata al limone e fragole in superficie…se poi c’è un pochino di panna e granella di nocciola vado in visibilio! Quella che vi mostro oggi è spiritosina, pensata per stupire i bambini, ma anche i grandi. Una signora nel fruttivendolo siciliano dove compro la frutta mia ha detto che quando si mangia la prima primizia di stagione bisogna esprimere un desiderio, detto fatto, ma non ve lo svelo!! E voi ne avete uno?? Allora provate a realizzarlo mangiando la prima fragola di stagione!! coccinella

Ingredienti:

  • 3 rotoli di pasta sfoglia rotonda
  • 1 litro di latte intero fresco
  • un limone bio
  • 200gr di zucchero
  • 100gr di farina 00
  • 4 uova
  • fragole
  • 20 gr di cioccolato fondente
  • 2 bastoncini ricoperti di cioccolato x le antenne
  • 250ml di panna da montare
  • granella di nocciole 200gr

Cominciate preparando la crema: In un mixer o anche con quello ad immersione frullate latte, uova, zucchero, farina e scorza grattugiata del limone. Portate ad ebollizione a fuoco dolce e lasciate cuocere qualche minuto fino a che non si sia rappresa un pò. Lasciate raffreddare in una terrina coperta da pellicola alimentare a contatto. Cuocete a forno caldo 180° le sfoglie dopo averle punzecchiate per non farle gonfiare, e fino a che non si sono dorate, io le cuocio una alla volta e senza teglia, mettendo direttamnte sulla grata del forno la sfoglia sulla sua carta forno.

Quando crema e sfoglie sono ben fredde, assemblatele alternando sfoglia e crema. Ora con la panna monata coprite con uno strato leggero creando così la base bianca per la decorazione. Sciocgliete a bagno maria il cioccolato fondente e con un conetto di carta create le decorazioni su un foglio di carta forno: I cerchietti per occhi e pois tra le fragole e il sorriso. Lasciate raffreddare intanto scegliete le fragole più belle della vostra cassettina lavatele, asciugatele e disponetele tagliate a metà come nella foto. Per il bordo io ho tostato e tritato le nocciole con qualche pezzetto di cioccolato avanzato, ma si può comperare la granella già pronta, create così il bordo. Ora non vi resta che inserire i due bastoncini per le antenne, posizionare occhi e sorriso e gustarla con gli occhi e il palato!!! Buona primavera a tutti!!coccinella gaia

mousse ammazza dieta

Qui di dietetico non c’è nulla, ma proprio nulla, però sono dell’avviso che quando bisogna peccare bisogna farlo bene…altrimenti che peccato è??? Ho usato delle coppette un pò troppo grandi per questo tipo di dolce, ma anche i bicchierini monoporzione vanno benissimo!!!! Questa mousse non ha solo il cuore di panna…ma anche le braccia, le gambe, la testa, e quella ve la farà perdere senz’altro!!!! Non risulta dolcissima come potrebbe sembrare, perchè il cioccolato fondente mantiene la sua identità e la mouss al caffè l’ho zuccherata pochissimo, proprio per dare equilibrio al tutto! I miei ospiti sono rimasti piacevolmente sorpresi e contenti…e la conversazione si è interrotta tra i mmmmmm….di apprezzamento!!!! E poi è perfetta se avete poco tempo, si prepara in un attima, ha solo bisogno di raffreddarsi bene in frigorifero per almeno 4 ore direi! mouss

 

MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO:

  • 100gr di cioccolato bianco
  • 160gr di panna

Sciogliere il cioccolato bianco a pezzetti con 60 gr di panna a fuoco basso e poi aggingerlo poco alla volta ai 100gr di panna che intanto avrete montato. Mettere il tutto in un sac a poche e fate un primo strato nella coppetta scelta. (peccato nelle foto non si vede!)

MOUSSE AL CIOCCOLATO FONDENTE:

  • 200gr di cioccolato fondente
  • 300gr di panna
  • 50gr di latte

Sciogliete il cioccolato fondente ridotto in pezzettini con il latte e 120gr di panna, poi aggiungetelo poco alla volta alla restante  panna che avrete montato e con un altro sac a poche fate un altro giro nella coppetta, sopra al cioccolato bianco. Ogni volta conviene mettere le coppette in frigo tra una mousse e l’altra!!

MOUSSE AL CAFFE’:

  • 10gr di caffè solubile
  • 30gr di zucchero
  • 200gr di panna
  • mezza tazzina di latte

Sciogliete il caffè con lo zucchero con un pò di latte e aggiungetelo alla panna che avrete montato con movimenti lenti dal basso verso l’alto come avrete fatto per le altre mousse, ora una nuova sac a poche o se non le usate e non le avete semplicemente con un cucchiaio, riprendiamo dal frigorifero le coppette e via un altro strato!

Ho decorato con una mezza bustina di dolceneve montata con il latte freddo per finire con uno strato bianco e decorato con granella di nocciole, scagliette di cioccolato bianco e nero! Crea dipendenza….attenzione!