croissant sfogliati con lievito madre e rito abbreviato!

Non potevo non provare a fare un dolce con la mia pasta “figlia”! Così venerdì scorso dopo cena l’ho rinfrescata perchè avevo intenzione di fare la pizza per il sabato sera, ma la mattina dopo era così ben lievitata che sono riuscita a prendere la quantità per la pizza, a mettere nel consueto barattolo i classici 200gr e a ritrovarmene un altro pò per le mani! Cosa ci faccio?? All’improvviso l’immagine dei croissant sfogliati di La Greg mi ha folgorata! Benissimo mi metto all’opera…ma non ero nei tempi giusti, queste cose non si improvvisano! Troppo tardi per tornare indietro ci provo lo stesso…e accorcio i tempi (lo so, non si fa!!) sono stata con l’ansia da lievitazione e sfogliatura fino alla mattina dopo, quando però abbiamo gustato questi meravigliosi croissant!!cornet

Migliorabili senza dubbio, perchè rispettando tutti i tempi il risultato sarebbe stato sicuramente migliore, ma grande soddisfazione!! Che bello è stato poter svegliare tutti con il profumo dei croissant fatti con le proprie mani e sedersi al tavolo della colazione intorno a questo fragrante cestino! I mormorii di approvazione dei mie cuccioli piccoli e grande ha concellato tutta l’ansia da “prestazione” dolciaria!!!!! Io vi descriverò i miei passaggi, ma se volete , e ve lo consiglio, rispettare tutti i tempi li trovate qui, descritti benissimo dalla Greg, mia ispiratrice!

Ingredienti:

  • 380gr fi farina 00
  • 170 gr di farina manitoba
  • 160 gr di pasta madre rinfrescata almeno da 5 ore
  • 250 gr di latte
  • 2 uova
  • 90 gr di zucchero
  • 20 gr di burro a pezzetti e temperatura ambiente
  • 5 gr di sale
  • vaniglia, bacca o essenza
  • buccia di un arancia bio
  • 250 gr per la sfogliatura
  • un uovo da spennellare x la finitura

Avendo rinfrescato la pasta madre la sera precedente la mattina alle 8 era matura e pronta per essere usata. Ho sciolto i 160 gr di pasta madre nel latte tiepido molto bene, fino ad avere una pastella liscia, ho aggiunto le farine, le uova, lo zucchero, la vaniglia e il sale e ho lavorato bene sul piano di lavoro fino a che l’impasto non è risultato liscio ed elastico, ci vogliono almeno 10 min. ma si consiglia di lavorarlo per un quarto d’ora. A questo punto possiamo cominciare ad inserire i tocchetti dei 20gr di burro uno alla volta aspettando che il primo sia completamente amalgamato prima di inserire l’altro. Io mi sono infarinata leggermente le mani in questa fase per facilitarmi nell’impastare. Lo lavoriamo bene fino a che il burro non è completamente assorbito e il panetto liscio liscio. Ora lo riponiamo a palla in una ciotola e copriamo con pellicola. Lasciamolo lievitare fino al raddoppio. Intanto ho preparato il burro, ho preso il panetto da 250gr e l’ho ridotto a fettine che ho adagiato l’una accanto all’altra per formare un grande rettangolo, poi con il calore delle mani ho unito i vari pezzetti e l’ho leggermente steso con il mattarello tra due fogli di carta forno.

DSCN5326          ???????????????????????????????

Dopo averlo steso un pochino ho grattugiaro la buccia dell’arancia su entrambi i lati e ho riposto in frigo.Ho ripreso l’impasto (ore 10.30) e l’ho sgonfiato leggermente sul piano di lavoro, l’ho steso in un rettangolo e l’ho piegato in tre. Immaginate di dividere il vostro rettangolo in tre parti, ora sovrapponete la parte superiore verso il centro e poi la parte inferiore, avrete tre pieghe visibili di impasto in sezione. Queste sono le pieghe di rinforzo. Ora girate il pacchettino ottenuto di 90° e stendetelo di nuovo in un rettangolo e ripetete l’operazione di piegatura. Mettetelo su un tagliere leggermente infarinato e copritelo con una pellicola alimentare e riponete in frigo per 6 ore. Alle 16:30 riprendiamo l’impasto, lo appiattiamo leggermente e lo stendiamo in un rettangolo che sia di dimensioni doppie in altezza a quello del rettangolo del burro aromatizzato all’arancia. Fatto questo prendiamo il burro e lo mettiamo al centro del terrangolo di pasta e lo chiudiamo a pacchetto facendo attenzione a non sovrapporre la pasta, chindi uniamo i lembi della pasta con le dita, facendo una leggera pressione. Siamo pronti per la sfogliatura. La sfogliatura non è altro che ripete per tante volte l’alternanza di sfoglia/burro/sfoglia. Ora davanti a noi abbiamo le prime tre alternanze. Con il mattarello appiattiamo la sfoglia fino ad 1 cm, facendo attenzione a non spingere troppo altrimenti il burro fuoriesce e non si avrà l’effetto desiderato. Ripetiamo la piegarura che abbiamo fatto prima. Un lato verso il centro del rettangolo, l’altro lato a coprire i due. Copriamo di nuovo l’impasto sul tagliere con la pellicola e rimettiamo in frigorifero. e ripetiamo questa operazione a distanza di mezz’ora l’una dall’altra almeno per tre volte. Lasciamo ora di nuovo coperto il panetto in frigorifero. Verso le 23:30 ho steso l’impasto in un lungo rettangolo di 8 mm di spessore. l’ho diviso in due per la lunghezza e ho ricavato tanti triangolini da ognuna delle strisce di pasta. L’ho arrotolati su se stessi allungando un pochino la puntina e ho ricavato i croissant. Li ho sistemati su una teglia rivestita di carta forno e li ho lasciati lievitare tutta la notte . La mattina dopo li ho infornati a 180° per una ventina di minuti dopo averli spennellati con un uovo sbattuto. Caldi caldi hanno un aroma irresistibile, ma anche freddi rimangono friabili e gustosi!! Una parte li ho congelati la sera prima della lievitazione notturna, vi farò sapere come sono una volta scongelati! Lunga come preparazione, ma la soddisfazione ripaga senz’altro gli sforzi fatti!! corn

Manca la foto dell’interno…ma non ho fatto in tempo a fotografarla…lupetti famelici!!!!

Cardiobiscotti……

Come esimersi dai cuori di febbraio?? No non si può! Li adoro…rossi, fucsia, verdi…e la mia casa ne risente, ma a febbraio mi vengono un pò a noia, allora li prendo un pò i giro questi cuori, e diventano dei “cardiobiscotti”! La mia bimba qualche giorno fa mi ha regalato questo bellissimo disegno dicendomi che quando una mamma e un papà si danno un bacio nasce un cuore! Bè senza andare troppo oltre, prendo quello che c’è di base nel messaggio e mi lascio ispirare e a merenda li stupisco con questi biscottini! Ma cosa ci sarà di nuovo in un biscotto?cardiobisc

Scopriamolo dagli ingredienti:

  • 200gr di farina
  • 100gr di fecola
  • 60gr di burro morbido
  • 60gr di ricotta di mucca
  • 2 uova piccole
  • 80 gr di zucchero
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • due cucchiai di cacao amaro

Visto? Non è la solita frolla!! Per renderli più leggeri ,ma ugualmente gustosi, sostituiamo metà del quantitativo di burro con della ricotta e aggiungiamo la fecola alla farina. Si otterranno dei biscotti morbidi, delicati e golosi. La forma la scegliete voi ovviamente, ma a febbraio…. Ho impastato tutti gli ingredienti, tranne il cacao, come per una classica frolla, l’ho divisa a metà e in una parte ho aggiunto il cacao, potete metterme di più se gradite. Ho steso le due frolle in rettangoli uguali e non troppo sottili e li ho sovrapposti. Ha passato ancora un pò il mattarello per assottigliarli e unirli bene e ho segnato con una leggerissima pressione la metà del rettangolo nel verso lungo. Ho arrotolato verso il centro, precedentemente segnato, i due lati lunghi e mi sono ritrovata un doppio rotolo. Fatelo riposare in frigorifero un oretta, se volete accorciare i tempi tenetelo un quarto d’ora in freezer e poi con un coltello a lama liscia tagliate il rotolone in sezioni per formare i biscotti. Con le mani schiacciateli un pochino e create la punta del cuore che dentro già mostrerà le volute di colori a contrasto. Disponeteli su una teglia con carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per 15- 20 min. dipenderà dallo spessore dei vostri biscotti. Tiepidi sono deliziosi!

..e Halloween sia!!!!

..no quest’anno non sono in vena, ma come si fa a non farsi contagiare dalla trepidante attesa di una gnomo cinquenne che stamane alle 6:30 ti sveglia giubilando: Oggi è halloween , oggi è halloween!!! Il primo pensiero è stato: devo fare la spesa, entro le nove a casa così per quando escono da scuola ho preparato qualcosa di mostruoso! E così è stato! Questi i risultati di una mattina di dolcetti halloweenesci, un pò banali forse, ma che sicuramente saranno apprezzati dalla mia streghetta e dal mio scheletrino!!!!mummie

Mummie! Facilissime da preparare, Avvolgete strisce di pasta sfoglia ad un wurtel e infornate a 200° finchè la pasta non diventa dorata, una volta sfornati incidete con uno stecchino la faccina di wurstel che avete lasciato scoperta dalla sfoglia, e inseriteci due semini di papavero o due semini di sesamo!

teschi

Teschi di frolla salata! 300gr di farina- 150gr di olio evo-2 uova-sale e pepe q.b. Impastate tutti gli ingredienti e una volta stesa la pasta ricavatene dei cerchi con un coppa pasta o un bicchiere. Stringete nella parte superiore il cerchio, traticate due segni per le orbite degli occhi e per il naso e aggiungete pinoli per creare i denti! 180° fino a doratura!

dita

Dita di strega! Pasta frolla dolce: 200gr di farina 00-100gr di farina di mandorle-2 uova-100gr di zucchero-100gr di burro. Impastare e lasciar riposare in frigo una mezz’oretta! Trascorso il tempo del riposo formiamo dei salsicciotti che ricordino delle dita. Sporchiamo un estremità con un pò di miele e attacchiamoci, spingendo un pò, una mandorla a voi la scelta se con o senza buccietta! 180° per circa 20 min.

ragni

Ragni! 300gr di biscotti secchi-150gr di zucchero-100gr di burro-2 uova-una tazzina di caffè-50gr di cacao amaro. Sbiciolate con il mixer i biscotti, poi sempre nel mixer aggiungete il burro molto morbido ma non sciolto,  gli altri ingredienti e frullate. Si formerà un composto che bagnondovi le mani riuscirete a modellare a forma di pallina. Passate tutte le palline nella codetta di cioccolato e poi aiutandovi con uno stuzzicadenti praticate dei fori sui lati e infilate le zampine, cioè pezzettini di liquirizia. Aggiungete degli zuccherini colorati come occhi e lasciate in frigo a indurirsi prima di srvire!

zuccazuccanotte

BUON HALLOWEEN!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Il nome non è tutto!

Una mia amica mi disse un giorno che io ho una mente CON-TORTA….non so ancora se intendesse  “complicata” o più semplicemente con una “torta” dentro!!!!!! In nessuno dei due casi sbagliava! Per l’ultimo aperitivo della stagione in giardino da amici, a me son toccati i salati……ma li ho fatti diventare dolci…o almeno, nel nome! Ve li presento!

PLUMCAKE…..salatoplumcakesalato

  • 300gr di farina
  • mezzo bicchiere di latte
  • mezzo bicchiere di olio evo
  • 2uova
  • sale e pepe
  • una bustina di lievito per torte salate
  • 100gr di galbanino
  • 100gr di olive nere
  • 100gr di mortadella a cubetti
  • mezza cipolla di tropea
  • parmigiano (da spolverare sulla superficie)

fate l’impasto base con farina, uova, latte, olio, sale, pepe, lievito. Quando tutto è amalgamato bene unite gli altri ingredienti e il gioco è fatto! Mettete il composto ottenuto in una teglia da plumcake unta e cosparsa di pangrattato e infornate a forno caldo per 40min circa a 180°!

CROSTATA….salatacrostatasalata

per la pasta brisè:

  • 250gr di farina
  • 100gr di burro a temperatura ambiente
  • 60gr di acqua fredda
  • sale q.b.

impastare tutti gli igrdienti o a mano o nel mixer da cucina e lasciare riposare per un quarto d’ora in frigorifero prima di stendere…..oppure acquistatene due rotoli già pronta, non è un delitto se si va di fretta! Il risultato è pressochè identico!

Per il ripieno:

  • due piedi di radicchio
  • una cipolla di tropea
  • 500gr di latte
  • 50gr di burro
  • 50gr di farina
  • 80gr di gruviera
  • 2 tuorli
  • noce moscata
  • sale e pepe

Fate rosolare la cipolla di tropea e il radicchio in una padella antiaderente fino a che il radicchio non appassisca completamente, poi frullate e lasciate il composto ottenuto a scolare in un colino. Intanto preparate una besciamella, fate sciogliere il burro in un pentolino capiente, quando è completamente sciolto aggiungete la farina e mescolate energicamente con una frusta da cucina, ora versate il latte freddo tutto in una volta e continuate a girare finchè non inizia a bollire,  continuate la cottura a fuoco dolce coprendo con un coperchio il pentolino per un quarto d’ora , venti minuti mescolando di tanto in tanto. Quando è pronta regolate di sale, pepe e noce moscata e aggiungete sempre sul fuoco il formaggio e i tuorli facendo amalgamare il tutto. Lasciate raffreddare.

Ora bisogna assemblare il tutto! Stendete la brisè, io la stendo sulla carta forno per comodità visto che poi la manterrò anche in cottura, posizionatela su una teglia da crostata e bucatela con i rembi di una forchetta. Mescolate la salsa Mornay (quella ottenuta aggiungendo la gruviera e i tuorli alla besciamella) con il radicchio frullato e poi versate il risultato sulla brisè stesa. Con i ritagli della brisè avanzata create la striscioline classiche dalla crostata, infornate a forno caldo 180° fino a che la superficie non sia ben dorata!!

STRUDEL….salati

Strudelfungo

  • due rotoli di pasta sfoglia fresca (meglio se rettangolari)
  • 300gr di funghi champignon
  • 100gr di funghi porcini secchi
  • uno spicchio d’aglio (rosso di Sulmona!)
  • prezzemolo, pepe e peperoncino
  • 150gr di fontina
  • 5 fette di provola affunicata appassita
  • cinque fette di pancetta arrotolata tagliata sottilissima
  • semini di papavero e sesamo per decorare

Trifolate i funghi con l’aglio (che poi eliminerete) e l’olio, alla fine regolate di sale e aggiungete pepe, prezzemolo e il peperoncino se vi piace il piccantino. Srotolate la pasta sfoglia e via con la fantasia….Io, in uno ho messo solo fontina e funghi decorando la superficie del rotolo con i semini di sesamo, nell’altro ho messso le fette di pancetta, di provola e i funghi, decorando con i semi di papavero. Vi consiglio di non fare un vero e proprio rotolo perchè molto spesso il ripieno umido non permette alla sfoglia interna di cuorere, sistemate il ripieno sul lato lungo della sfoglia e poi semplicemente ripiegate il lato libero sul ripieno siggillando bene i bordi, fate dei piccoli taglietti sulla parte superiore del rotolo per far uscire l’umidità in cottura, spennellate la superficie di uovo sbattuto e cospargete di semini e via in forno a 200° finchè non vi sembra sufficientemente dorato! Lasciateli raffredddare prima di tagliarli e usate una lama seghettata!

BUON APPETITO!!!!!!!!!!!