Soffici muffin al cioccolato

Dopo una pausa-nonni eccomi di nuovo sul web! Rivedersi dopo sei mesi per pochi, pochissimi giorni con i propri cari, significa parlare, parlare, scoprirsi, riscoprirsi, raccontare e raccontarsi, progettare e ascoltare, con i bimbi che saltellano ovunque in preda ad un euforia d’affetto incontenibile! E’ bello! Forse è bello proprio perchè siamo lontani, ognuno libero di gestire e vivere la propria vita e famiglia indipendentemente, sempre sapendo che gli altri ci sono sempre con il loro affetto e una parola di comprensione e incoraggiamento! Sì, sono proprio lì a portata di telefono, e poi sono proprio lì ad aspettarci durante le vacanze estive….Le partenze sono sempre un pò tristi…tanto quanto sono confusionari gli arrivi!! Ci consoliamo con un dolcino soffice soffice? Questi muffin sono capaci di consolare ogni malinconia, almeno spero!!! Provate con me??

primula

Ingredienti:

  • 150gr di farina 00
  • 150 gr di fecola di patate
  • 250gr di latte intero fresco
  • 120gr olio di semi
  • 100gr di cioccolato fontente
  • 200gr di zucchero
  • 2 uova
  • semini di baccha di vaniglia
  • una bustina di lievito per dolci

VERSIONE BIMBY: Inseriamo il cioccolato a pezzi nel boccale e tritiamo a vel 7 per pochi secondi, ora inseriamo il latte 1 min 40° vel 5. Inseriamo zucchero, l’olio, le uova e le farine 30sec vel 6. Inseriamo il lievito e la vaniglia 30sec vel 6

Se non possedete il bimby ma usate le fruste elettriche: sciogliete a bagno maria o al microonde il cioccolato fondente. In una terrina mettete le farine, lo zucchero, i semini di vaniglia, le uova, il latte, l’olio e mescolate bene, una volta che il composto è liscio aggiungete il cioccolato fuso, ma intiepidito e dopo il lievito, mescolate bene.

Versate il composto nei pirottini precedentemente preparati nella teglia da muffin e infornate a forno caldo 180° per circa 20-25 min. Sfornate e lasciateli raffreddare su una gratella.

Un grande bacio a tutti e 4 i nonni dei miei bimbi!!!!

muffin

SCARPONI

No, non sono impazzita! Oggi voglio proporvi proprio la ricetta degli Scarponi!!!! Sono dei dolci  abruzzesi, di Sulmona,  tipici di questo periodo natalizio. Come ogni ricetta antica viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha la sua ricetta, vi propongo quella della nostra di famiglia…che non prevede uvetta e canditi, che è stata modificata nel tempo e adattata ai gusti dei nuovi componenti, ma che differisce di pochissimo da quella originale! Quindi se volete potete aggiungere ai miei ingredienti anche cedro candito e uvetta nelle quantità che più vi gradiscono! scarponi

Questo dolce, come quasi tutti quelli di questo periodo, non brilla per la sua leggerezza. Di solito si fanno della dimensione di un arancia e poi si appiattiscono prima della cottura e si servono però tagliati a pezzi. Si conservano bene e a lungo ideali quindi per essere preparati prima e regalati a Natale.

Ingredienti:

  • 1kg di farina
  • 500gr di noci
  • 300gr di nocciole
  • 200gr di mandorle
  • 400gr di zucchero
  • 3 bustine di lievito per dolci
  • 150gr di cacao amaro
  • 400gr di cioccolato fondente sminuzzato
  • 1 bicchiere di olio evo
  • 1/2 bicchiere di rum
  • 3 tazze di caffè
  • 600ml di mosto cotto
  • buccia di un arancia grattugiata
  • due cucchiai di cannella in polvere
  • 3 bustine di vanillina o le bacche di una stecca di vaniglia
  • un cucchiaino raso di noce moscata

Il procedimento è semplicissimo. Prendete un enorme ciotola e metteteci dentro tutti gli ingredienti solidi, mescolate bene e poi aggiungete i liquidi e mescolate bene con un cucchiaio di legno. Il composto è un pò difficile da gestire quindi di solito mi aiuto con le mani, ci si sporca un pò, ma vuoi mettere leccarsi le dita prima di lavarle!!! Con un pò di fatica si ottiene un composto che si riesce a lavorare per formare delle polpettone. Prima vi dicevo della grandezza di un arancia. Le appiattite tra i palmi e le disponete su una teglia con carta forno. Con questa dose mi sono venuti 53 scarponi. Ora in forno preriscaldato per 20 min a 150°. Appena li tirerete fuori dal forno saranno molto morbidi, lasciateli raffreddare perchè devono diventari duri, quella è la consistenza giusta. Se aspetterete un giorno o almeno qualche ora prima di assaggiarli sarete ripagati dell’attesa!

Lontana da casa, ma con il profumo dei vicoletti di Sulmona anche nella mia cucina!