sono alla frutta…..o quasi!

Fatto tutto?? Siete sommersi come me da liste di menù, spesa da fare  e appunti di ricette?? Gli ultimi regali?? La sensazione in fondo allo stomaco che vi dice che di sicuro avete dimenticato qualcosa?? In tutto il marasma che precede questi giorni di feste con i supermercati che esplodono tirando fuori il peggio di noi, non vi do una ricetta , ma un idea. Quando l’ho proposta è stata un successone e i bimbi hanno apprezzato moltissimooo! Non occorrerà tanto tempo, basta prendere un ananas, sbucciarlo e ritagliarlo a forma di piramide, con gli stecchini infilate la vostra frutta, io ho usato: uva bianca e nera, mandarini, mandarini cinesi, lo stesso ananas ritagliato con i  taglia biscotti mini, fragole, kiwi e mele. Tenete in frigo e prima di servire fate scendere un pò di neve con lo zucchero a velo!  KEEP CALM CHRISTMAS IS COMING!!!!!!piramide di fruttapiramide

conserve d’autunno

Vi propongo una ricetta antica che fa parte della mia tradizione ! Non c’è nessun abruzzese che non abbia mai assaggiato la Marmellata d’uva della nonna! Il procedimento è lungo e se vogliamo anche un pò faticoso, ma lo faccio da un pò di anni con grande dedizione, quella che si riserva ai gesti antichi.

Si raccoglie l’uva al massimo della dolcezza, meglio se è del tipo Montepulciano, ma anche il moscato nero rende bene, si separano i chicchi  si lavano accuratamente e si mettono a bollire così interi in un recipiente dal fondo spesso per un 2-3 ore. Non bisogna aggiungere niente, nè zucchero nè acqua mi raccomando. Trascorso questo tempo si passa il risultato della cottura in un passa verdura, per intenderci quelli a manovella, per separare i semini e strizzare al massimo la buccia. Fatto questo si rimette sul fuoco il risultato aggiustando un pò di zucchero, in realtà se l’uva è matura al punto giusto non sarebbe necessario, ma assaggiate e regolate voi il grado di dolcezza desiderato! Pensate che per 7 kg di uva già lavata io ho aggiunto 500gr di zucchero. Ora dovete solo armarvi di ulteriore pazienza e far bollire come ogni marmellata fino ad arrivare a consistenza! Fate la prova con il piattino: prendete un pò di marmellata con un cucchiaino e mettetene un pò su un piattino, ora mettete il piattino in verticale e la goccia non dovrebbe scendere, ecco la vostra marmellata è pronta! Volendo ora potete aggiungere del cioccolato fondente ridotto in scaglie e lasciar sciogliere il tutto..una vera goduria!!!! DSCN4398Imbarattolate nei vasetti sterilizzati e aspettate che la capsula  faccia il clic del sottovuoto, riponete in dispensa per un mesetto almeno prima di consumare!