crema catalana o creme brulee??

Nella mia calza della befana non ho trovato dolcetti, ma neanche carbone! C’era però il cannello da cucina per caramellare e gratinare ed è stato il regalo più gradito che poteva farmi il mio befano!!! E’ rimasto lì per un pò, dovevamo smaltire tutti i dolcetti delle feste , ma in settimana non potevo più resistere ed ecco qui la mia crema con la crosticina di zucchero! L’articolo ha come titolo una domanda perchè in realtà la mia ricetta è una via di mezzo tra le due citate. La differenza tra una crema catalana e una creme brulle sta nel fatto che una usa il latte, mentre l’altra la panna, una si cuoce su un pentolino sul gas e una a bagno maria in forno, in una si aggiunge un pò di farina o amido di mais, in una no…io ho mescolato le cose per facilitare e velocizzare tutti i passaggi e il risultato è stato mooolto apprezzato. La crema era soffice e gustosa e la crosticina croccante e con il classico rumore che indica che la caramellizzazione è stata fatta correttamente! bruleIngredienti:

  • 3 tuorli
  • 300ml di panna fresca
  • un cucchiaio abbondante di zucchero di canna
  • la buccia grattugiata di un limone bio
  • un cucchiaino di maizena
  • un pò di zucchero di canna per la caramellizzazione

Per preparare questa crema ho usato il Bimby, per chi lo possiede niente di più facile, tutti gli ingredienti nel boccale, tranne lo zucchero per la crosticina finale, a 90° per 10 minuti a velocità 4. Per tutti gli altri niente paura, abbiamo provato anche senza! Sbattete in una ciotola lo zucchero con i tuorli. Mettete a scaldare la panna con la buccia del limone e prima dell’ebollizione spegnete il fuoco. Ora in una tazzina da caffè mettete la maizena e un cucchiaino di panna calda e sciogliete bene l’amido. Versate a filo la panna sui tuorli sbattuti, se non vi piace sentire le scorzette di limone,attraverso un colino e poi travasate di nuovo nel pentolino e mettetelo nuovamente sul gas a fuoco dolce sempre girando e aggiungete la maizena sciolta. Fate cuocere un paio di minuti, fino a che non sentite che si sta addensando leggermente.

Ora, finita la cottura travasate nelle cocottine, di quelle che possono andare anche in forno, e lasciate intiepidire. Con questa dose ho riempito tre cocotte. Una volta intiepidito spostate le cocottine in frigo e lasciatele lì almeno 2 ore. Prima di servire lasciatele a temperatura ambiente una ventina di minuti, cospargete la superficie di zucchero di canna, più ne mettete più spessa verrà la crosticina, ma attenzione a non eccedere altrimenti sarà troppo dolce, e caramellizzate con il cannello finchè non si sarà formata la crosticina. Se non possedete il cannello mettete in forno sotto il grill pochissimi attimi, fino a che non vi accorgete della crosticina!

Annunci

15 thoughts on “crema catalana o creme brulee??

  1. Spettacolo!!! Uno dei miei dolcini preferiti…per quella crosticina lì potrei commettere un delitto!!!
    sai che anche io il cannello ma ora che ci penso non so più dove sia finito….devo subito mettermi alla sua ricerca per preparare la crema catalana!!!!
    bacioni e buon weekend

    • Anche per me in realtà è un dolce troppo dolce…adoro prepararli, ma se devo scegliere come peccare scelgo il salato!! Ma la crosticina e il suo rumore hanno un certo fascino e danno una certa soddisfazione!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...