Dolcezze….

Che la vita a volte ci faccia ingoiare qualche boccone amaro, lo sappiamo tutti, ma è vero anche che una nostra predisposizione al positivo ci aiuta tanto. Ci sono momenti di transizione che destabilizzano e ci scuotono nel profondo, ma io sono convinta che in ogni cambiamento, alla fine, qualcosa di positivo c’è. In alcuni più che in altri! Ci accorgiamo della forza che non immaginavamo di avere, ci capita di incontrare persone che arricchiscono il nostro cammino, riscopriamo le cose importanti nella vita, quelle che contano davvero, ci mettiamo alla prova e scopriamo che il nostro limite è ben oltre il punto dove lo avevamo lasciato…insomma si cresce, si continua a crescere più nelle avversità che nella gioia….li vedo questi esempi, proprio intorno a me! E allora questo dolce è dedicato a loro, ai miei amici e amiche che crescono stando lontani, ai miei amori che vivono delusioni ma anche scoperte e avventure nuove…a loro questo scrigno di dolcezza perchè nei momenti così una coccola dolce può far spuntare un sorriso!

frolla alle mandorle

PASTA FROLLA ALLE MANDORLE

  • 60 gr di mandorle pelate
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 100 gr di burro
  • 300 gr di farina 00
  • 2 uova grandi
  • un cucchiaino di lievito per dolci

In un frullatore o mixer ben asciutto mettiamo le mandorle e frulliamole quasi fino a farle diventare farina. Sempre nello stesso, aggiungiamo tutti gli altri ingredienti e frulliamo leggermente fino a che si formerà la palla classica della frolla. Lasciamola riposare in frigo per una mezz’oretta avvolta nella pellicola. Prepariamo la farcitura. Qui potete davvero farvi guidare dai vostri gusti. Io ho usato l’uvata, cioè una confettura d’uva tradizionale, ma potete farcirla con crema, crema gianduia, confetture e anche con mele saltate con zucchero e cannella, insomma ognuno può scegliersi la sua coccola preferita! Imburriamo gli stampini singoli o un classico stampo da crostata, infariniamolo leggermente squotendo bene via l’eccesso e foderiamolo con la nostra pasta frolla alle mandorle tirata sottilmente. Gli tampini piccoli io li ho ricoperti con un altro dischetto di pasta frolla così da creare un vero e proprio scrigno. Cuocete in forno caldo a 180° fino a che i bordi non si sono ben dorati. Il tempo sarà relativo alla grandezza dei vostri stampi, indicativamente 15/18 min.                                                                                         Una volta raffreddati una spolverata di zucchero a velo e via per il mondo a regalar dolcezze…

Annunci

geometrie di marmellate

crostata veriopinta

Questa è una crostata che ha la pretesa di strizzare l’occhio all’arte, alla geometria e ad una disciplina che farà felice molti: l’arte di svuotare i fondi di marmellate residui nella dispensa! Per giocare tra il serio e il faceto…Non ha comunque la pretesa di essere innovativa nella ricetta di base, cioè una friabile frolla tradizionale con burro uova e tutto il resto. La necessità è nata dal bisogno di avere i vasetti vuoti per le nuove marmellate e quindi di doverli svuotare tutti e subito!! In realtà il risultato è così piaciuto a tutti che replicherò sicuramente…anche senza dover smaltire i fondi di barattolo!! La ricetta della frolla è sempre la mia e chi mi segue da un pò forse l’avrà anche appuntata, comunque è così semplice e immediata che ve la lascio volentieri:

  • 300 gr di farina
  • 100 gr di zucchero (anche di canna)
  • 100 grammi di burro morbido
  • una punta di cucchiaino di lievito x dolci
  • un uovo
  • poca scorza grattugiata di limone

Impastate tutti gli ingredienti o a mano o con un robot e poi trasferite il risultato in una pellicola che metterete a riposare per mezz’ora in frigorifero. Passato questo tempo, riprendete l’impasto e stendetelo sottilmente su un foglio di carta forno. Trasferitelo in una teglia e eliminate l’eccesso che reimpasterete e ristenderete per formare la griglia. Qui la griglia va fatta prima di spalmare la marmellata, così da delimitare bene gli spazi dove poi metteremo le nostre marmellate varie. Una volta completata la griglia via con le marmellate! Qui e qui alcuni esempi!!!Spalmetele delicatamente con un cucchiaino. Via in forno caldo a 180° per una ventina di minuti, vi accorgerete che è pronta perchè i bordi si doreranno.

Buonissime colazioni a tutti!!!

Auguri a tutti i papà…

…e a quelli che lo saranno, a quelli che mettendo la mano sulla pancia della futura mamma già si sentono tali, ai papà che cambiano i pannolini, a quelli che spingono il passeggino sognando di fare altro, a quelli che passano ore a fare chilometri in casa, di notte aspettando che la colichetta passi, auguri a tutti i papà che leggono le storie della buona notte , a quelli che rientrano tardi ma posano un bacio sulla fronte, a quelli che inventano storie magnifiche di draghi e guerrieri, ma anche di fatine e principesse, a quelli che giocano ore sul tappeto incastrando lego, a quelli che prendono il thè da minuscole tazzine seduti in minuscole sedioline con un a plomb inglese di tutto rispetto, auguri ai papà che cercano di fare le trecce, grazie ma bastano anche due fermaglietti!, ai papà che costruiscono i giochi con i loro bimbi, a quelli che insegnano a camminare, anche nella vita, a quelli che insegnano ad andare in bicicletta o sui pattini perchè l’equilibrio è tutto nella vita, a quelli che danno la mano anche dopo che si sono arrabbiati, a quelli che sorridono di tenerezza ad ogni traquardo dei loro figli, a quelli che si commuovono e che ridono fino alle lacrime, auguri ai papà che si preoccupano, a quelli che ascoltano, a quelli che preparano delle cene perfette, ma anche a quelli che neanche un uovo al tegamino, ma che apparecchiano e caricano la lavastoviglie, a quelli che amano sempre e comunque a quelli che rispettano anche se a volte non capiscono…auguri al mio papà e al papà dei mie bimbi…auguri a chi può essere chiamato Padre perchè si impegna per esserlo.

papà

Girandole di frolla, Ingredienti:

  • 2 uova
  • 100gr di zucchero
  • 100gr di burro
  • 300gr di farina 00
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • marmellata

Impastate tutti gli ingredienti tranne la marmellata e formate una palla che avvolgerete nella pellicola e farete riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. Una volta trascorso questo tempo stendete la vostra frolla creando un rettangolo. Per facilitarvi potete crearne due stendendo metà dell’impasto per volta. Spalmate ora la superficie del rettangolo con della marmellata, io ho usato quella di sambuco, ovviamente fatta in casa, ma potete usare quella preferita del papà in questione! Avvolgete ora come per uno strudel la pasta frolla su se stessa. Per facilitarvi anche in questa operazione potete stendere la pasta frolla sulla carta forno infarinata così vi aiuterete sollevando la carta. Ora avvolgete di nuovo i salsicciotti con la pellicola e di nuovo in frigorifero per un ora o in freezer per una mezz’ora. Passato questo tempo accendiamo il forno a 180° e riprendiamo i nostri rotoli. Tagliamo in rotelline e adagiamole su una teglia rivestita di carta forno e via in cottura per 15/20 min. risulteranno molto morbidi appena usciti dal forno, fateli raffreddare bene prima di gustarli!

pap

home sweet home

Con tutti i dolcini natalizi che esistono a natale se non si preparano anche i biscotti fatti in casa sembra che manchi qualcosa. Lo diomostra il fatto che i blog strabordano di ogni tipo di ricetta per frolle e biscotti da regalare e come ho già detto precedentemente: adoro tutto ciò!!! Oggi velocissimamente voglio condividere con voi un idea più che una ricetta! Tempo fa su una rivista vidi queste dolci casette che addolcivano il bordo di una tazza e…oggi vi mostro le mie!case

Ho ricavato uno schema di casetta da un foglio a quadretti e poi ho ritagliato dalla frolla stesa le sezioni di pareti e tetto, un cuoricino sulla facciata di fronte e due incisioni per le porte che poi serviranno per essere inserite a bordo tazza. La frolla è la solita: 300gr di farina, 2 uova 100gr di zucchero e 100gr di burro morbido. Non ho messo il lievito perchè mi serviva una superficie piatta piatta. Ho aggiunto un cucchiaio di cannella in polvere per aromatizzare il tutto. Per unire i pezzi potete usare del cioccolato fuso o della glassa. Io la faccio così: Monto a neve 100gr di albumi e poi aggiungo 600gr di zucchero a velo fino a che diventa un composto liscio e lucido, lo metto in una conetto di carta forno e lo uso per decorare e unire le facciate. Carine vero??

“Con questa ricetta partecipo al contest Idee gustose per un regalo di Ideeintavola”banner_definitivo