uova di pasqua? riciclo 2!

Eccomi qui con una seconda idea riciclosa per consumare il cioccolato delle uova di pasqua! Chi ha bimbi…magari più di uno sa che ci si ritrova pieni di cioccolata dopo Pasqua….qui da noi sono state aperte 8 uova di pasqua … coniglietti e gallinelle sono ancora incartate!!!! In questa ricetta ho usato il cioccolato fondente, ma va bene anche quello al latte…gli assaggiatori si sono divisi su questo, ma dipende tutto da che tipo di cioccolata amate di più!!bounty

CIOCCOLATINI AL COCCO

Ingredienti:

  • 220gr di farina di cocco
  • 200gr di panna vegetale zuccherata
  • 300gr di cioccolato per la copertura

Ovviamente si può usare anche la panna fresca di latte, in questo caso aggiungete un 70/80 gr di zucchero.                            Mettete la panna (con lo zucchero se panna fresca) in un pentolino e scaldarla, al primo segno di bollore togliere dal fuoco e aggiungere la farina di cocco, amalgamare bene e trasferire il composto in un foglio di carta forno. Cercate di conferirgli una forma rettangolare. Lasciate intiepidire un pò e poi riponetela in gongelatore per un ora almeno. Quando verete che la vostra mattonella al cocco è ben solida tiratela fuori dal freezer e tagliatela in rettangolini, quadratini come più vi piace. Intanto in un pentolino a bagno maria sciogliete il cioccolato fondente o al latte e aspettate che sia ben fluido. Se siete esperte e avete il termometro potete anche temperare il cioccolato così i vostri cioccolatini verranno lucidi…io non sono attrezzata per questo, ma forse presto….chissà!! Comunque veniamo ai cioccolatini. Ora prendete uno alla volta i pezzettini di ripieno al cocco e passateli nel cioccolato aiutandovi con due forchettine o una pinza da cucina e poi metteteli ad asciugare su carta forno. Una volta completati tutti potete sciogliere un pezzetto di cioccolata a contrasto, o anche bianca e creare dei decori. Io ho fatto riposare in frigorifero perchè secondo me sono deliziosi freddi!

cocc

Annunci

pane dolce

La primavera mi fa un effetto strano, a volte mi contagia con i suoi risvegli e la sua energia, a volte mi fa l’effetto contrario…e così tra i mille impegni che caratterizzano questo periodo, tra scuola dei bimbi, gare di ginnastica artistica, lunghe passeggiate in bicicletta e gite fuoriporta, ho trascurato un pochetto questo diario…e voi lettori che lo sostenete. In tutto questo però la mia pasta madre non mi ha fatto sconti e i rinfreschi e gli impasti sono stati fatti regolarmente e a regola d’arte! Oggi vi presento un pane dolce, che va benissimo per le colazioni e le merende, anche sui primi campi pieni di margherite!! L’ho impastato con la pasta madre, anche se secondo me con una lievitazione più veloce, quindi con lievito di birra o lievito madre in polvere il risultato sarebbe migliore, regalerebbe più morbidezza e non tenderebbe ad asciugarsi velocemente. Comunque se impasterete come me con la pasta madre basta congelare i panini una volta raffreddati e lasciar scongelare il quantitativo necessario la sera, per la colazione del mattino dopo, così da non rinunciare alla morbidezza! Il gusto è quello sempice delle cose sane, che riempiono il pancino e il cuore! Io ho usato le gocce di cioccolato, ma si possono usare anche l’uvetta o i frutti di bosco essiccati! Ma quando si hanno dei bimbi come commensali principali sulla cioccolata si va sul sicuro, se poi è fondente e di qualità meglio!

pan

Ingredienti:

  • 150gr di pasta madre rinfrescata e matura o lievito di birra (1/2 Cubetto) o 35 gr di lievito madre in polvere
  • 300gr di farina manitoba
  • 200gr di farina 00
  • 160 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 250 gr di latte tiepido
  • 60gr di burro morbido
  • 100 gr di gocce di cioccolato fondente
  • un pizzico di sale
  • buccia di arancia grattugiata o semini di vaniglia

La sera precedente all’impasto ha rinfrescato la mia pasta madre, quindi la mattina dopo verso le 8:30 ho impastato. Sciogliete la pasta madre con il latte tiepido, poi aggiungete il burro morbido e le uova e continuate ad impastare. Io ha impastato in un robot da cucina, se avete una planetaria meglio, se fate a mano siete bravissime-i!! Ora aggiungete lo zucchero, le farine e l’aroma scelto. L’impasto è appiccicoso, se lo è troppo (può dipendere dalle farine e dalla grandezza delle uova) aggiungete un poco di farina 00 ma non tantissima mi raccomando altrimenti avrete dei sassi dolci, non del pane! Pizzico di sale e l’ultima veloce impastata con  le gocce di cioccolata o quello che avrete scelto. Lasciate lievitare in una ciotola coperta questo impasto e dopo circa 4 ore, se usate la pasta madre, altrimenti dopo un ora se usate altro tipo di lievito, riprendete l’impasto e formatene i panini senza reimpastare però. Io procedo così: taglio in piccole porzioni l’impasto, poi prendendone un pezzeto alla volta tiro tutti i lembi richiudendoli sul fondo come in un palloncino e lo metto a lievitare di nuovo su una teglia coperta di carta forno con la chiusura verso il basso. Li ho lasciati lievitare l’intera giornata, coperti da un canovaccio umido nel forno spento, cuocendoli dopo cena in forno caldo a 180° per 30 min circa. Prima di infornarli potete spennellarli con del latte o tuorlo sbattuto, a voi la scelta. Lasciateli raffreddare su una gratella e ora potete congelarli o metterli in un contenitore per la colazione!!

goggioli

 

pere, cioccolato e briciole

Questo articolo è una dichiarazione d’amore per questo dolcetto che non avevo mai fatto e provato prima. Non è una vera Sbrisolona, quella mantovana per intenderci, perchè quella prevede la farina gialla, le mandorle, solo tuorli d’uovo e nessun ripieno, questa è più che altro una frolla scomposta. Con ripieno. La più classica versione prevede ricotta e cioccolato (presto su questi schermi!), ma io non sono contenta se non sperimento un pochino e allora qualche giorno fa in onore del compleanno della mia futura cognatina, che la prepara sempre, io e la mia bimba abbiamo preparato questa tortina per festeggiarla a distanza! pere

Ingredienti:

  • 75 gr di burro a temperatura ambiente
  • 200gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito
  • buccia grattugiata di limone bio
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • 1 pera
  • cioccolato fondente a scaglie o crema alla nocciola

In una capiente ciotola versiamo la farina, il lievito, lo zucchero, la buccia di limone e il pizzico di sale e mescoliamo brevemente, ora aggiungiamo il burro a tocchetti a temperatura ambiente e mescoliamo gli ingredienti sfregando le mani tra di loro. Non dobbiamo surriscaldare il burro che non deve fondere, e non dobbiamo impastare come se fosse una frolla, ma il risultato deve assomigliare al parmigiano grattugiato. Solo quando avremo quel risultato aggiungiamo l’uovo e mescoliamo, sempre con le mani, dal basso verso l’alto con movimenti delicati per incorporarlo, ma senza formare la palla, ma sempre mantenendo il composto sbriciolato. Imburriamo e infariniamo una teglia bassa da crostata da 24 e mettiamo un pò più della metà delle briciole sul fondo, senza schiacciarle. Tagliamo e affettiamo una pera matura e disponiamo le fette sulle briciole. Ora avete due scelte: o mettete scaglie di cioccolato fondente in quantità variabile secondo il vostro gusto o spalmate sulle pere un pò di crema alle nocciole, la nutella o simili per intenderci e poi ricoprite con le briciole rimanenti. In forno a 180° per una mezz’oretta, fino a quando la superficie sbriciolata non è bella dorata. Sfornate e lasciate raffreddare prima di impiattare. Fredda è molto più buona! che dire, è facile, veloce, semplice e gustosissima, ve la consiglio per una merenda con un buon the profumato, per la colazione e anche per una coccola a fine pasto…va bene sempre!