cuori speziati….

…e non spezzati, per festeggiare queste festività natalizie! Cuori che sanno di cannella, zenzero e noce moscata, che possono essere un dono per chi amiamo e un gesto carino per chi conosciamo di meno. Non è Natale se la casa non ha determinati odori, quello del brodo, di un arrosto e dei biscotti…siete ancora in tempo con questi! Così non vi trattengo oltre e vi do la ricetta, messa a punto con mio marito diversi anni fa e che non ci delude mai!! Colgo l’occasione per farvi i miei di auguri, per natale e per la vita che sia sempre piena di affetto ed entusiasmo! cuori natalizi

Ingredienti:

  • 400 gr di farina
  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 160 gr di miele millefiori
  • 1 uovo intero
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di : cannella, di zenzero grattugiato, di noce moscata, di cacao amaro
  • !/2 cucchiaino di pepe nero macinato fine e di cardamomo
  • 4 chiodi di garofano macinati finemente
  • un pizzico di sale

Impastate tutti gli ingredienti a mano o con una planetaria. Avvolgere il composto nella pellicola e lasciarlo riposare in frigorifero per una notte o almeno per un paio d’ore, poi infarinare un piano di lavoro, stendere l’impasto in una sfoglia di mezzo centimetro e ritagliare i biscotti della forma che più vi piace. Cuocete in forno caldo a 180° per circa 13 minuti. Lasciate raffreddare su una gratella e poi decorate come più vi piace! Buon divertimento!!!!!

Annunci

Guinness cake

Un altro anno è passato e la mia dolce metà festeggia un altro compleanno!! Così quest’anno, in una sera in cui era fuori per l’allenamento settimanale di karate, io e i pargoletti, in riunione segretissima svoltasi sotto il piumone del lettone, abbiamo scelto la torta per festeggiarlo! Nel brainstorming in cuccetta son venute fuori delle idee bizzarre, divertenti, pazze! Siamo partiti da una torta a forma di astronave lego, ad una a forma di telefono che si doveva anche accendere, ad una più sobria rainbow per poi approdare a questa! Perchè lui adora la guinness…e i bimbi si sono convinti nel saperer che era assai cioccolatosa! Io ve la propongo perchè è una torta davvero particolare, che stupisce nell’aspetto, che ricorda davvero un boccale di guinness, e nel sapore! British al punto giusto!

guinnes

Ingredienti:

  • 400 ml di guinnes
  • 150 gr di zucchero bruno
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 230 gr di burro
  • 225 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 100 gr di caco amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di bicarbonato
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci

Per la copertura:

  • 200 gr di philadelfia
  • 100 gr di mascarpone
  • 100 gr di panna montata
  • 250 gr di zucchero a velo

Nella planetaria o con uno sbattitore lavorate benissimo lo zucchero con il burro morbido ma non sciolto. Incorporate un uovo alla volta aspettando che il primo si sia ben amalgamato prima di inserire il successivo. Ora in una ciotola setacciate la farina con il bicarbonato e il lievito.  In un’altra ciotola setacciate il cacao (mi raccomando setacciatelo) e unite la birra. Ora dovrete unire nella planetaria i due composti alternandoli: un pò di farina, un pò di birra al cacao…fino ad inserirli tutti e ottenere un bel composto omogeneo. Foderate uno stampo con cerniera con la carta forno mettendo un cerchio sulla base e ritagliando delle strisce di carta per il bordo. In questo caso è preferibile imburrare lo stampo sotto la carta forno per renderla più stabile. Una volta fatto questo, riempite lo stampo con il composto e infornate a forno caldo 180° per circa un ora e più! Passato questo tempo fate la prova stecchino che deve risultare pulito ma un pò umidino. Sfornate e lasciate raffreddare bene senza toglierla dallo stampo. Preparate la copertura mescolando insieme i formaggi con lo zucchero e unendo alla fine la panna montata. Se usate quella vegetale già zuccherata diminuite la quantità di zucchero a velo. Una volta ben fredda togliete dallo stampo, rimuovete delicatamente la carta forno e spalmate con il cucchiaio la copertura formaggiosa. Tenete in frigorifero almeno una notte prima di servire. Per veri intenditori….Auguri amore!

Bignè, un classico golosissimo!

bignè

Riprendo da qui: un classico della pasticceria che fa gola proprio a tutti! Piccole  bontà croccantine fuori e velluttate e dolci dentro per la presenza della crema che più preferite! Io poi le preferisco a temperatura frigo così che ci sia anche un contrasto termico che mi sorprenda, ma questi sono vizi!! Sono più semplici di quel che si pensa da fare in casa e il risultato molto più gradevole e con un grande valore aggiunto: li avete fatti proprio voi! Siete pronti? Seguitemi:

Ingredienti:

  • 150 gr di farina
  • 100 gr di burro morbido
  • 4 uova
  • 250 gr di acqua
  • un pizzico di sale

In un pentolino mettete a scaldare l’acqua il sale e il burro, quando sta quasi per bollire versateci la farina setacciata sempre girando e cuocete per qualche minuto, sempre continuando a giarare. E’ pronta quando si staccherà dalle pareti del pentolino, a quel punto trasferite in una ciotola ( della planetaria se la possedete) e lasciatela raffreddare per bene. Una volta fredda unite un uovo alla volta, mai il successivo se il precedente non è stato ben amalgamato. A mano è un pò faticoso, ma se possedete un robot o una planetaria è un gioco da ragazzi! Ecco l’impasto è pronto. Mettetelo in una sac a poche o usate due cucchiai e distribuitene una piccola quantità su una teglia rivestita di carta forno. La grandezza può andare da quella di una noce a quella di un piccolo mandarino, dipende da voi e dal vostro gusto. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per icrca 25 minuti. Se riempite più di una teglia mettete in frigorifero le teglie ancora da cuocere. Una volta sfornati fate un piccolo buchino con uno stecchino su ogni bignè per far uscire il vapore che si è creato in cottura  così da non rischiare che si ammorbidiscano, ma rimangano croccanti. Una volta freddi farcite con la crema che più vi piace, una spolverata di zucchero a velo o ricoperti da una glassa sono pronti per essere gustati!

Anteprima Natale….

Eccomi qui a presentervi un anteprima natalizia in cui zuccherando ha spolverato zucchero a velo! Se siete in friuli fino alle 19 oggi a Vidulis in provincia di Udine, quasi sulla riva del Tagliamento c’è una bottega di ceramiche artigianali e uniche  che più bella non si può!!! Vi lascio il mio dolce l’invito e quello di Cuore di Fata con questa piccola galleria di foto! Ovviamente Cuore di fata vi aspetta anche in seguito con le sue creazioni: https://www.facebook.com/cuoredifata.dibertonmartina

???????????????????????????????       ???????????????????????????????

???????????????????????????????      ???????????????????????????????

???????????????????????????????      ???????????????????????????????

???????????????????????????????      ???????????????????????????????

???????????????????????????????

VI ASPETTIAMO!!!!!!!

 Le ricettine dei biscotti e cupcake presto sul blog!!!!

pizza ripiena in padella

…eh si ci ho preso gusto a far riposare il forno e dopo la ciambella dolce e salata cotta sul gas ecco che arriva anche la pizza ripiena cotta senza il suo ausilio!!! Ma non preoccupatevi non si sente affatto trascurato…si sta solo riposando un pò prima della faticaccia Natalizia!!

pizza

Bella vero? Anche buonissima! Croccante fuori e soffice dentro! Veloce e versatile. Qui vi presento la versione con formaggio e prosciutto cotto alle erbe, ma anche con il ripieno di verdurine e formaggio, o funghi spek e formaggio sono da leccarsi i baffi!! Il procedimento è semplicissimo, cominciamo!

Ingredienti per due pizze ripiene da 28 cm di diametro circa:

  • 500 gr di farina per pizza
  • mezzo cubetto di lievito di birra
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 30 gr di olio evo
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • 10 gr di sale

Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero, aggiungiamo l’olio e mescoliamo un pò. Ora aggiungiamo la farina e il sale( mai a diretto contatto con il lievito). Impastiamo e formiamo il panetto, dividiamolo in 4 parti e lasciamole lievitare coperte fino al raddoppio. Passato questo tempo, ora nelle case riscaldate bastano due orette scarse, ritagliamo due cerchi di carta forno grandi come la padella in cui poi cuoceremo le pizze e infariniamoli leggermente. Potete usare a questo scopo anche la farina di semola, che renderà la crosticina davvero croccante! Ora prendiamo il primo panetto e stendiamolo fino a coprire tutto il primo cerchio di carta forno. Farciamolo come meglio crediamo, ma vi sconsiglio di usare la mozzarella e farciture troppo umide, rischierete di far ammorbidire troppo l’impasto con risultati mollicci. Io ho usato, come vi dicevo, del prosciutto cotto alle erbe e del formaggio tipo galbanino per intenderci, poi sul piano di lavoro infarinato stendiamo un altro panetto lievitato. Con delicatezza lo adagiamo sopra alla farcitura e sigillate i bordi. Ripetete il procedimento anche sull’altro cerchio di carta forno. Perchè usarla?? Perchè ora le pizze ripiene dovranno lievitare di nuovo e si sa: i lievitati sono delicati, quindi passata un’altra oretta, quando sarà ora di cuocerle, basterà scaldare un pochino la padella sul gas, adagiarci la prima pizza sulla sua carta forno e appena vediamo che si stacca da sola, perchè la crosticina si sta formando, la sfiliamo via. Dopo 7 min a fuoco dolce con l’aiuto di due palette, girate la vostra pizza e lasciate dorare per altri 7 min o fino a quando la doratura non vi soddisfi. Facile no?? Potete anche fare pizzette ripiene più piccole, insomma come sempre in cucina vince la fantasia e l’audacia!!!

terrorifico ma dolcissimo…..Halloween

Anche quest’anno non poteva mancare il mio contributo dolce a questa festa che ai bimbi comincia a piacere non poco! Anche a me, sinceramente, dando un accezione diversa, ma non per questo superficiale, ad una ricorrenza che ho sempre vissuto come cupa e grigia.

Vi ricordate le mie mostruosità dell’anno scorso?? Se siete smemorelli cliccando sulla foto potrete fare un ripassino!!!!  dita teschi mummie ragnicrostzucc

Invece oggi vi mostro i mostruosi OCCHI INSANGUINATI!!!!! I miei bimbi piccoli e il papà grande, senza usare nessun tipo di psicologia inversa mi hanno “torturato” finchè non sono stati accolti da queste deliziose, ma diciamocelo, schifosette creazioni!!!! Mio marito ha esclamato che sono uno dei dolcetti più buoni che abbia mai mangiato, quindi corro a darvi la ricetta!! Se non è Halloween si possono anche fare senza pupilla e venuzze e sono un bonbon delicato ed elegante…provare per credere!!!!!!!!!!!!!

occhi

Ingredienti:

  • 300 gr di ricotta di mucca con panna
  • 120 gr di biscotti secchi semplici ridotti in farina
  • 50 gr di cioccolato bianco tritato

per la copertura:

  • 300 gr di cioccolato bianco
  • confettini tondi colorati per le iridi
  • 150 gr di zucchero a velo
  • colorante alimentare rosso in gel
  • un albume
  • 40 gr di cioccolato fondente

In una terrina mescolate la ricotta con i 50 gr di cioccolato bianco e i biscotti tritati a farina e create un bel composto omogeneo. Con le mani umide prendete una piccola quantità e create una pallina leggermente schiacciata. Dipende da quanto grandi le farete, ma comunque ne verranno 25/30. Una volta fatte ponetele su un piatto rivestito di carta forno e lasciatele indurire in freezer per almeno una ventina di minuti. Intanto sciogliete il restante cioccolato bianco a bagno maria. State ben attenti a che acqua e vapore non entrino in contatto con il cioccolato, altrimenti non fonderà bene e si formeranno tutti grumi. Una volta sciolto per bene, riprendiamo le nostre palline e le intingiamo nel cioccolato fuso per bene aiutandoci con due forchette. Ponetele ad asciugare su una altro vassoio con carta forno e poggiateci subito il confettino colorato in cima a mo di iride dell’occhio. Quando si saranno solidificate e il cioccolato asciugato, potrete rifinire i bordi. Ora sciogliete il cioccolato fondente e con uno struzzicadenti o con un conetto di carta forno create le pupille al centro di ogni confettino colorato. Ora preparate la glassa montando l’albune a neve, inserendo lo zucchero a velo e infine qualche goccia di colorante alimentare. Con un cono di carta forno o con una sac a poche create dei ghirigori a mò di vene insanguinate e lasciate indurire! Mostruosamente pronti!!!!!!!!!!! Buon halloween a tutti!!!!!!!!!!!! Uahahahahaha!!!!!!!!!!!

ciambella salata cotta sul gas!

salata

Uno degli articoli più letti su questo blog è quello del ciambellone cotto sul gas, quindi ho pensato di proporvi la versione salata! E’ un piatto molto versatile, adatto per un aperitivo, un brunch, una cena fredda, o nel mio caso come vera e propria cena veloce accompagnata da una bella insalata mista molto colorata, perchè si sa, mangiare colorato fa bene al nostro corpo e alla nostra mente!! Se non avete la ciambelliera da fornello, vi consiglio di procurarvela, io la adoro, comunque potete cuocere la ciambella salata anche in forno a 180° per una mezz’oretta, controllate anche qui con lo stecchino!

Ingredienti:

  • 600 gr di farina
  • un bicchiere di latte
  • un bicchiere di olio di semi
  • 4 uova
  • sale, pepe
  • una bustina di lievito per torte salate ( no di birra)
  • una zucchina grande o due piccole
  • olive verdi o nere
  • mezza cipolla di tropea
  • 200 gr di prosciutto cotto a dadini
  • 200 gr di formaggio non stagionato

Niente di più facile! Impastate prima gli ingredienti base : farina, olio, latte, uova, sale, pepe e lievito, e poi aggiungete la ” farcitura”. Potete seguire quello che vi ho scritto, altrimenti spaziare con la fantasia e con quello che vi offre il vostro frigo! Una volta finito l’impasto, un pò faticoso da girare, mettetelo nella ciambelliera unata e cosparsa di pan grattato. Sulla superficie spargete pangrattato e parmigiano e mettete sul fornello piccolo a minimo. Coprite con il suo coperchio che non alzerete per almeno un’ ora. Poi controllatela e se lo stecchino è pulito è pronta! Lasciate raffreddare nella teglia e una volta fredda servite!

 

cine-ricetta! e…. ricette dal mondo!

Pensavate di essere scampati alla mia cine-ricetta del venerdì, e invece no! eccomi qui! Oggi gli appassionati della serie tv Dexter avranno pane, anzi carne per i loro denti!! Ma c’è una novità su The Dark Corner! E’ partita una nuova sfida! Piatti dal mondo, presto accompagnati da articoli su come-dove-quando trasferirsi, o sognare di farlo!

Di seguito vi lascio i link!

http://www.thedarkcorner.org/2014/10/17/dexter-carne-e-sangue/

http://www.thedarkcorner.org/2014/10/13/il-gallo-pinto/

http://www.thedarkcorner.org/2014/10/14/profumi-dal-marocco/

Vi aspetto!!!! Buon week -end!!!!

???????????????????????????????             ???????????????????????????????              ???????????????????????????????

 

Tiramisù mandorle e cioccolato bianco

In un food blog non può certo mancare la ricetta del tiramisù! Vogliamo scherzare?? Dolce storico che ha fatto appassionare molti palati con la sua cremosità dolce in contrasto con il sapore del caffè amaro e del cacao in superficie. Come non cadere in tentazione??  Quella che vi darò oggi è una piccola variante, perchè il tiramisù è il tiramisù, non si può fare con frutta, senza caffè….è un altro dolce e va chiamato in altro modo secondo me…scusate ma sono una tradizionalista! In questa versione con le mandorle e il cioccolato bianco mantiene la sua identità, nel gusto, nei contrasti e nella bontà! Volendo, ovviamnete si possono togliere le aggiunte di mandorle e cioccolato bianco, completare con una spolverata di cacao amaro e il classico tiramisù è servito!

 

tiram

Ingredienti:

  • 400 gr di savoiardi
  • 4 caffettiere da 4 di caffè
  • 250 gr di mascarpone fresco
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 200 ml di panna da montare
  • 100 gr di mandorle ridotte in farina
  • lamelle di mandorle
  • scaglie di cioccolato bianco

Il procedimento è molto semplice. Prepariamo sul tavolo tutti gli ingredienti. In una terrina montiamo lo zucchero con le uova intere, fino a che diventino spumose e chiare, aggiungiamo il mascarpone e continuiamo a frullare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungiamo la farina di mandorle continuando a frullare. Ora delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto incorporiamo la panna, che avremo montanto a parte. La crema è pronta. Cominciamo ad assamblare il dolce. In una terrina (la mia era 20x 30 cm.) cominciamo a fare uno strato di savoiardi inzuppati nel caffè. Qui scegliete il grado di inzuppatura secondo i vostri gusti!!! Una volta completato lo strato, versiamo a cucchiaiate la crema al mascarpone coprendo bene tutto, spolveriamo di scaglie di cioccolato bianco e ricominciamo con savoiardi, crema e così via. Dovrebbero venire tre strati. Sull’ultimo oltre alle scaglie di cioccolato aggiungiamo le lamelle di mandorla. Mettiamo in frigorifero per almeno tre ore e gustate! Io bagno molto i savoiardi così che si senta bene la nota amara del caffè, specialmente in questo caso in cui non c’è il contrasto con il cacao amaro!